domenica 20 settembre 2009

Se "tridimensionale" la fantasia corre molto...

I lettori di questo blog sanno quanto io sia entusiasta per lo sviluppo della modellazione 3d, dei rendering fotorealistici e di camminate virtuali.

Una nostra iniziativa unica ed esclusiva è stata quella di "mettere online" visibili dagli utenti dei modelli 3D interattivi di mobili, arredamenti, soluzioni progettuali: vi abbiamo lavorato per qualche mese ed abbiamo pubblicato ad inizio luglio la nostra pagina dedicata alla Progettazione 3D Arredamento. Ora prosegue lo sviluppo con l'inserimento di un numero sempre maggiore di modelli e con il miglioramento continuo delle tecniche di rendering fotorealistico.

Fatta questa premessa mi collego a ieri sera, quando sono stato con amici a vedere il film L'ERA GLACIALE 3, in 3D.
Non ho visto i primi 2 episodi, che amici mi hanno detto essere migliori, ma devo ammettere che ho apprezzato sicuramente le soluzioni comiche e soprattutto la grafica: per chi come noi sa quanta fatica si fa a realizzare l'immagine di una cucina che "sembri reale", viene facile pensare che tipo di lavoro sia necessario per esprimere la mimica elaborata ed espressiva di creature fantastiche, estinte, ed al tempo stesso "antropomorfe", come quelle realizzate dai Blue Skies Studios.


Il fatto che il film fosse poi in 3D è stato un'ulteriore "chicca": dico una banalità ma è vero che le 3 dimensioni fanno letteralmente "entrare" nella storia raccontata.

Così tornando a casa dal cinema mi sono detto "...ma non sarebbe possibile mostrare ai nostri clienti una 'versione 3D dei nostri modelli 3D'? Basterebbe la giusta conversione dei file, adeguati occhialetti 3D ed i nostri arredatori e clienti potrebbero vedere di fronte a sè un modellino 'in scala' assolutamente imbattibile per realismo..."

Ebbene oggi mi sono informato online, e la tecnologia per farlo esiste già :-)

Esistono anzi prodotti hardware che creano un ologramma tridimensionale che non necessita di occhiali 3D per la visione e che possono essere osservati da svariati "punti di vista": ad oggi queste soluzioni hanno costi assolutamente proibitivi (oltre 40.000 dollari per una sola postazione senza contare l'adattamento del software), ma se penso al costo dei primi fax, dei primi telefoni cellulari, dei primi scanner, delle prime fotocamere digitali...posso ben pensare che fra qualche anno diventi una tecnologia accessibile per un'azienda che vuole sempre offrire il meglio ai propri clienti.

Trovo il tutto assolutamente entusiasmante: non so dire quando, non so dire come, ma potete stare certi che faremo il possibile per essere i primi "mobilieri" a proiettare al proprio cliente l'ologramma dell'arredamento progettato.

A presto!

1 commento:

Sarah ha detto...

Bravo Bravo! Tu a divertirti al cinema, mentre io ero alle prese con un esserino urlante perchè ha deciso di mettere 3 dentini tutti insieme! Mi piacciono tanto le progettazioni 3D, sanno rendere l'idea a chi non riesce bene ad immaginarsi come può essere arredata una stanza. Anch'io utilizzo un programmino free per progettare la mia casetta e in questo modo, ho già tutto sott'occhio.
Sarah